News Let's Socialize Gallery Launch Player Menu Close

Events

Ci spiace ma per ora non ci sono concerti in programma!

Contattateci ai numeri +39 340 0786736 o +39 333 6021001
oppure scriveteci a manager@manoloca.it per organizzare un evento con noi!

Nel frattempo puoi seguirci su Facebook ed iscriverti alla nostra newsletter.

Albums

Loncano dal cerchio - Manoloca &: Massimo Vecchi

Lontano dal cerchioNovembre, 2011


Il titolo e la copertina sono figli della stessa idea:
è meglio la suggestione che la prosa.
Il cerchio è qui inteso come rappresentazione della conformità e della convenzione, così come inaccettabile chiusura entro confini predefiniti.
Nella scelta del titolo, volutamente diverso rispetto a quelli dei brani contenuti, c’è l’intenzione di affermare che i Manoloca, pur facendo parte di un mondo consolidato e reale, sentono la necessità di essere critici e a volte “lontani” ideologicamente da certe “verità” e posizioni politico-sociali.
La faccia in direzione contrapposta al cerchio ne suggerisce la ribellione non violenta ma decisa di chi accetta di far parte di un sistema, ma lo critica e disconosce quando ci sono delle ragioni per farlo.

I brani:

“Porgi l’altra guancia” :
già dal primo brano scaturisce quello che è lo spirito che pervade tutto il concetto dell’album; la ribellione al luogo comune, al conformismo, al comportamento cauto dell’uomo irreggimentato. “Non ci sto” è la prima frase di senso compiuto che si può leggere fin dalle prime battute. Il richiamo alla famosa metafora religiosa non è fondamentale, ma qui è usata per mettere il dito in un argomento comune e riconoscibile in un terreno culturale prettamente cattolico.

“Il prestigiatore” :
un’ironia amara e cruda che evidenzia l’abilità e la palese malvagità di chi sviluppa e utilizza le proprie doti intellettive per creare vantaggi economici personali, perlopiù spropositati, a detrimento della comunità, del patrimonio sociale e della legalità.

“Il tuo ritratto” :
un vero ritratto in forma metaforica ed emozionale del comportamento contraddittorio e incoerente di chi, sprovvisto di un’identità forte diventa vittima coercizzata dei comportamenti arroganti imposti dalla conformità sociale.

“Regina in polvere” :
utilizza un monologo interiore, ma metaforico nei confronti di tutte le sostanze che alterano la percezione della realtà, moltiplicano le sensazioni e sembrano creare sicurezze introvabili altrimenti, e grazie a questo potere sono spesso divinizzate, dando l’illusione del controllo.

“Un leggero senso di insoddisfazione” :
nel titolo volutamente sarcastico c’è la rabbia acida di uno sguardo inferocito verso ogni tipo di squilibrio, personale, politico, umano, sociale e ideologico. Ma non possiamo permettere che diventi rassegnazione. La denuncia deve sempre trovare uno spazio all’interno dei nostri pensieri.

“Al bivio sbagliato” :
ogni persona può vivere una vita sola, ma la direzione che essa prende è determinata da fattori imponderabili. La stessa vita, vissuta prendendo decisioni diverse a parità di condizioni potrebbe cambiare completamente il destino di ognuno di noi. E nessuno ha la certezza di poter determinare un significato univoco della vita in base alle scelte fatte.

“Hanno picchiato Damiano (sul portone di casa)” :
la storia è simbolica e inventata, ma si ispira ad eventi reali. La violenza del potere costituito nei confronti della dissidenza è cronaca quasi abituale. L’insofferenza alla violenza del sopruso accentua il bisogno di denunciare, almeno con la realtà delle parole, la prevaricazione, prescindendo dalle motivazioni in campo.

“Sotto lo stesso cielo” :
un ritmo leggero e scorrevole stempera l’analisi sarcastica nei confronti di una convivenza sociale coatta con persone che, per potere acquisito, influenzano la nostra vita, ma che godono del nostro disprezzo.

“Non mi servi più” :
il cinico utilitarismo che spesso guida i rapporti umani e professionali sfocia in un cinismo e un’ipocrisia che non passa inosservata. Un altro ritratto crudo ed esemplare di un’umanità sacrificata al profitto.

“Il ponte” :
si incentra sul simbolo della città di Mostar (Bosnia e Herzegovina) durante la guerra nella ex Jugoslavia (1991-1995). Un ponte altamente simbolico, confine architettonico, ma anche ideologico e politico, il cui bombardamento significò la fine non solo territoriale ma anche morale della città. Nel brano vive un pensiero desolato ma empatico per Mirko, che simbolicamente, uno per tutti, rappresenta il bambino che vive una guerra di cui soffre, senza colpa, le conseguenze.


About

La storia

I Manoloca & Massimo Vecchi si formano all’inizio del 2010.

La storia dei Manoloca & Massimo Vecchi

La rock band è formata da:

Cinque musicisti che hanno iniziato a frequentarsi qualche anno prima, in occasione di alcune produzioni che Massimo Vecchi stava seguendo dal punto di vista artistico.

Massimo Vecchi è bassista e seconda voce dei leggendari Nomadi dal 1998 e, oltre all’impegno con la band fondata da Beppe Carletti e dall’indimenticato Augusto Daolio, ha sviluppato altre iniziative e progetti discografici, lavorando con vari artisti.

A volte siamo tentati di pensare che l’incontro tra persone intellettualmente affini sia un evento casuale, spesso non prevedibile.
Nulla di più sbagliato, ciò che si semina nella vita inevitabilmente conduce a percorrere determinate strade e a frequentare persone che abitualmente definiamo “interessanti”. All’improvviso, convinti di non aver fatto nulla di eclatante, scatta una molla in noi: e nasce un feeling davvero speciale. Questo accade a Massimo Vecchi quando, nel corso delle diverse produzioni, inizia a collaborare e a sviluppare una perfetta sintonia artistica e umana con quei musicisti con cui realizzerà il progetto Manoloca.

Il nome in spagnolo significa “mano pazza”.
La mano rappresenta simbolicamente l’azione e il pensiero dell’uomo, ma soprattutto l’unione di cinque personalità diverse legate fra loro. Loca può essere interpretato come il desiderio di essere “lontani” dal conformismo, di poter guardare il mondo con uno sguardo critico e costruttivo.

La nascita dei Manoloca - che debuttano in concerto nella primavera del 2010 - nulla toglie all’impegno di Massimo Vecchi con i Nomadi, anzi intreccia le loro storie e stabilisce un profondo e condiviso legame. Non è dunque un caso che il fonico dei Nomadi, Atos Travaglini, partecipi con entusiasmo al progetto Manoloca e che la produzione del primo disco, “Lontano dal cerchio”, sia di Beppe Carletti per Segnali caotici.

La storia dei Manoloca & Massimo Vecchi - Atos Travaglini al mixer -

“Lontano dal cerchio”, in distribuzione dal 2012, contiene 10 brani inediti che rappresentano una fotografia della molteplicità di pensiero e dello stato d’animo dei componenti della band che sentono l’esigenza di tradurre in musica l’esperienza di vita accumulata, non solo in termini musicali, ma anche di passioni quotidiane. Il tutto con un duplice obiettivo: coinvolgere l’ascoltatore con dell’ottimo rock raccontando tematiche in grado di far riflettere.

Successivamente all’uscita del disco, i Manoloca riprendono le produzioni per altri artisti, in particolare per Alberto Bertoli e Valentina Curzi, portano avanti la loro attività live e iniziano a lavorare su nuovo materiale che nel 2014 porterà all’uscita di un nuovo disco.

Production

L'inizio della storia parte con 5 musicisti che collaborano per produzioni artistiche di terzi, cosa che continua ad accadere dopo aver ufficialmente fondato i Manoloca & Massimo Vecchi.

Ma per chi hanno lavorato?
Scopriamo alcuni nomi come Veronica, Valentina e Alberto Bertoli.

Produzioni Artistiche
Alberto Bertoli, produzione artistica di Manoloca & Massimo Vecchi

Alberto Bertoli2013


Figlio di Pierangelo Bertoli, ha pubblicato il suo primo singolo l'11 ottobre 2013

Contact

Contact Info

Puoi contattarci ai seguenti recapiti se vuoi organizzare un evento con noi:

+39 340 0786736

+39 333 6021001

manager@manoloca.it

Se invece ti interessa un contatto stampa:

press@manoloca.it

Per qualsiasi altra cosa puoi scriverci a:

info@manoloca.it

Let's Socialize

Contact Form


Newsletter

Per ricevere tutte le nostre novità, iscriviti alla newsletter:

News

Raduno Nazionale Fans Nomadi19/05/2014

Vi ricordiamo che sabato 24 Maggio 2014 saremo presenti anche noi ad Asola ed apriremo, con grande onore, il concerto dei Nomadi al loro 26° Raduno Nazionale Fans Nomadi
Leggi tutti i dettagli

Manoloca... on bikes!14/04/2014

Questo bozzetto vi anticipa, senza svelare troppo, la moto di Massimo. Il disegno è il primo "schizzo" che il designer Rodolfo Frascoli ha realizzato per la *** e che ha voluto dedicare a Massimo, anche perchè è fan dei Manoloca e dei Nomadi.
Dalla disposizione dei cilindri forse intuite marca e modello. Per ora vi lasciamo in sospeso...
Se siete interessati andate a vedere il sito di Rodolfo, www.frascolidesign.com: ha fatto davvero molte moto interessanti!

Manoloca... on bikes!24/03/2014

Musica e moto vanno a braccetto da sempre, due passioni che hanno molto in comune, che scatenano emozioni, creatività, sogni. Anche i Manoloca non sono esenti da questo matrimonio di passione, almeno alcuni di loro.
Iniziamo da Dave

Cena Concerto in provincia di Torino!01/03/2014

Vi aspettiamo sabato 5 aprile 2014 a Villar Focchiardo per mangiare e cantare insieme!
Leggi tutti i dettagli
×
Lontano dal Cerchio - Porgi l'altra guancia
Porgi l'altra guancia

Lontano dal cerchio

Lontano dal Cerchio - Il prestigiatore
Il Prestigiatore

Lontano dal cerchio

Lontano dal Cerchio - Il tuo ritratto
Il tuo ritratto

Lontano dal cerchio

Lontano dal Cerchio - Regina in polvere
Regina in polvere

Lontano dal cerchio

Lontano dal Cerchio - Un leggero senso di insoddisfazione
Un leggero senso di insoddisfazione

Lontano dal cerchio

Lontano dal Cerchio - Al bivio sbagliato
Al bivio sbagliato

Lontano dal cerchio

Lontano dal Cerchio - Hanno picchiato Damiano
Hanno picchiato Damiano
(sotto il portone di casa)

Lontano dal cerchio

Lontano dal Cerchio - Sotto lo stesso cielo
Sotto lo stesso cielo

Lontano dal cerchio

Lontano dal Cerchio - Non mi servi più
Non mi servi più

Lontano dal cerchio

Lontano dal Cerchio - Il Ponte
Il Ponte

Lontano dal cerchio

×

Facebook

Seguici su Facebook
Seguici

Google+

Seguici su Google+
Seguici

YouTube

Il nostro canale YouTube
Visita il nostro canale:
ManolocaBand
×