Massimo Vecchi

Voce

Il colpo di fulmine è dato dalla TV.

Il bambino Massimo – ha soli 6 anni – guarda casualmente il film de The concert for Bangladesh che si svolse il 1° agosto 1971 al Madison Square Garden di New York e che vide la partecipazione di George Harrison, Ringo Starr, Ravi Shankar, Leon Russell, Billy Preston, Eric Clapton e Bob Dylan.
Da qui “scatta” il suo interesse per le note, supportato da suo zio che inizia pian piano a fargli ascoltare dischi di Rock.

 

La mamma coglie la passione del figlio e, durante le scuole medie, lo iscrive al Conservatorio Achille Peri di Reggio Emilia dove per insegnante ha un’esule cilena, la bravissima Olivia Concia.

 

Massimo inizia a suonare il flauto dolce, poi passa al pianoforte e infine gli “impongono” l’oboe, uno strumento che proprio non fa per lui.
Così passa al CEPAM dove si avvicina con grande amore al basso elettrico trovando un insegnante doc in Tiziano Bellelli.

( ph. Nikoa B. Photography )

( ph. Nikoa B. Photography )

( ph. Albino )

( ph. Albino )

Nel 1992 si iscrive al CPM di Milano dove viene a contatto con grandi musicisti, da Franco Mussida al compianto Stefano Cerri.
Nel 1994 la prima band, gli Arlasia, poi fa parte dei Via Borgazzo.

 

Il 30 dicembre 1997 suona in un locale vicino a Cavriago, quando suo padre, al termine del set, gli comunica che un certo Cico lo sta cercando. Inizialmente Massimo pensa ad un suo amico, invece si tratta di Cico Falzone, il chitarrista dei Nomadi, che vuole parlargli.

 

La segnalazione è arrivata dalla bassista Elisa Minari, che ha appena lasciato i Nomadi, e che, grazie all’amico comune Nicola Pulvirenti, ha ascoltato Massimo in un precedente concerto.

 

Il 6 gennaio fa un provino a Novellara ed è fatta: Massimo Vecchi è il nuovo bassista e cantante dei Nomadi.

 

Parallelamente a questa attività, dal 2002 inizia a seguire diverse produzioni, spesso suggerite da Beppe Carletti e conosce Daniele Radice e Dave Colombo. E in seguito Franz Piatto e Agostino Barbieri.
Sono loro i nuovi amici con cui prende il via il progetto Manoloca.